Arredamento Vintage: gli “arredi senza tempo” conquistano il design d’interni

Arredamento Vintage: gli “arredi senza tempo” conquistano il design d’interni

Vecchi bauli della nonna o lampade retrò sono solo alcuni degli oggetti che definiscono un nuovo trend dell‘arredamento…quello vintage. Non antiquariato, non moderno lo stile vintage si affaccia con una sua singolare identità nel mondo del design d’interni definendosi un mood nuovo ma soprattutto ricercato, non a caso i suoi dettagli richiamano epoche non troppo lontane e molto spesso famigliari: ricordi d’infanzia in grado di vivere e sopravvivere in ambienti ben studiati finalizzati a dare vita ad atmosfere ricercate d’ispirazione retrò. Lo stile vintage in casa si esprime in oggetti unici: dal giradischi ancora funzionante e vinili rari alla vasca in ghisa smaltata passando ovviamente per tessuti in stampe originali che fanno riferimento a decenni che hanno segnato la storia dell’arredamento. Naturalmente la rete agevola la ricerca di questi pezzi unici in grado d’arredare senza tralasciare quell’ispirazione moderna e contemporanea: Depop ma anche eBay sono i siti più famosi per dare ampio spazio ad una ricerca che richiede passione e anche tanta competenza: si perchè non tutto è vintage! Ogni oggetto dovrebbe essere in primis originale del decennio a cui fa riferimento, ma soprattutto dovrebbe essere coerente con lo spazio che si intende riprodurre. Certo è che ricercare oggetti vintage passa soprattutto attraverso la visita, per altro anche molto divertente, di mercatini cittadini o fiere dell’antiquariato internazionali che oggi anche inglobato nelle loro esposizioni mobili e suppellettili retrò considerandoli un settore a parte.

Arredamento vintage: quali sono gli oggetti più ricercati?

Ma quale sono gli oggetti più ricercati? Noti architetti e arredatori d’interni hanno stilato una sorta di classifica per individuare gli “arredi senza tempo”, quelli che più si adeguano ad uno spazio moderno e che donano quel tocco vintage espressione di una conservazione di un passato condivisibile con chiunque. Il baule della nonna, sopra citato, con quel suo tocco romantico e glamour ispirato da pizzi, foto in bianco e nero ma anche profumi d’altre epoche è tra gli oggetti più richiesti, meglio se è originale dell’epoca e che sia uscito da qualche vecchia soffitta: perfetto in salone ma anche in camera da letto a colmare uno spazio che rievoca tempi felici. Arredo cult, sono le vecchie sedie del cinema che donano all’arredamento quel tocco vintage ma anche contemporaneo confermando quell’interesse per un passato recente da coniugare ad uno stile moderno, ma anche all’avanguardia. Rigorosamente in legno le sedie del cinema sono delle vere icone, suscitano curiosità e sono perfette per arredare un ingresso. Decisamente un oggetto di nicchia, voluta soprattutto dagli appassionati di vintage è la cassettiera di legno, quella tipica delle farmacie d’epoca, un componente d’arredo che dona all’ambiente quel tocco essenziale di ricercato stile. Impossibile non citare il vecchio giradischi che faccia riferimento agli anni ’50 o ai ’60 non importa averne uno è decisamente il top! Completa l’arredamento del salone, ma anche di tinelli e stanze indipendenti, dona quell’allure magica di un periodo storico in cui ci si lasciava andare alle prime libertà: voluto, soprattutto, dagli amanti della musica che negli ultimi tempi hanno anche riscoperto i dischi in vinile, riaffermando un’ascolto di note che vanno al di là della perfezione digitale. E voi quale oggetto vintage vorreste nelle vostra casa?

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie