Le donne protagoniste del vintage anni ’50: muse e ispiratrici

Il glamour, la moda, lo stile si rinnovano negli anni ’50, un decennio di innovazione e di sano ottimismo che segue il secondo dopoguerra e che segna negli Usa un momento di creatività in tantissimi settori. Oggi quel periodo è fonte d’ispirazione e d’esempio vintage, gli appassionati ma anche gli addetti ai lavori ritrovano in quell’epoca le icone simboliche di una tendenza contemporanea.

Condividi l'articolo

Le donne protagoniste del vintage anni ’50: muse e ispiratrici

Il glamour, la moda, lo stile si rinnovano negli anni ’50, un decennio di innovazione e di sano ottimismo che segue il secondo dopoguerra e che segna negli Usa un momento di creatività in tantissimi settori. Oggi quel periodo è fonte d’ispirazione e d’esempio vintage, gli appassionati ma anche gli addetti ai lavori ritrovano in quell’epoca le icone simboliche di una tendenza contemporanea. A dettare le regole come una guida indiscutibile il cinema che è in grado di definire le diverse classi sociali, ma anche d’essere d’ispirazione nella scelta degli outfit di ricchi e poveri. Le star del cinema diventano icone di moda, in particolare le donne riescono a conquistare il pubblico non solo per le loro doti artistiche ma anche per la scelta dei loro look, ognuna ha un proprio stile da seguire e da imitare: mood ancora oggi indiscutibili, in grado di ispirare design e stilisti. Ovviamente la diva di tutti i tempi è Marylin Monroe che con la sua aria svampita, i suoi amori sfortunati è riuscita a conquistare la memoria d’oggi oltre che quella del tempo: i biondi capelli, le labbra rosse, gli abiti succinti rendono l’attrice di Quando la moglie va in vacanza, un icona di stile inimitabile. Sulla scia di Marylin Monroe anche altre artiste come  Elizabeth Taylor, Ava Gardner, Lana Turner, Jayne Mansfield e Jane Russell ognuna con delle caratteristiche proprie adeguate al felice momento storico.

Le donne dive anni ’50: da Marylin Monroe a Audrey Hepburn

A contrastare l’avvento delle maggiorate e in controtendenza anche con le scelte stilistiche dell’epoca si afferma anche un’altra attrice: Audrey Hepburn, una bellezza singolare che riesce ad emergere nel mondo delle top formose, il suo tubino nero di Givenchy indossato per Colazione da Tiffany è ancora oggi un must di moda. Indimenticabile poi lo splendore sofisticato di Grace Kelly  che negli anni ’50 non solo conquista Hollywood ma anche il Principato di Monaco sposando il principe Ranieri, acquisendo così il meritato titolo nobiliare. Anche la Francia ha le sue icone: Brigit Bardot è il simbolo rivoluzionario della donna pin up, mentre in Italia Sofia Loren ma anche Gina Lollobrigida sono le icone del popolo star dalle forme perfette e modelli per le nuove donne che non vogliono essere più solo regine del focolare.

 

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie