Profumi vintage: fragranze e boccette retrò testimoni d’epoche passate

Le note di profumi esotici ma anche dolci di fragranze contemporanee di valore e di griffe importanti richiamano un passato non troppo recente segnato da un epoca che nello scorso secolo ha fatto la differenza nel mondo della moda, del glamour, del cinema.

Condividi l'articolo

Profumi retrò: note, essenze e profumi di un passato suggestivo

Le note di profumi esotici ma anche dolci di fragranze contemporanee di valore e di griffe importanti richiamano un passato non troppo recente segnato da un’epoca che nello scorso secolo ha fatto la differenza nel mondo della moda, del glamour, del cinema. Un momento storico caratterizzato da quella voglia di vivere e divertirsi conseguenza di un dopo guerra difficile non superato mai definitivamente: stiamo parlando dei ruggenti anni ’20 periodo colorito di jazz e charleston ma anche di locali alla moda e party a tema. E’ in questi anni che le fragranze si personalizzano segnate da influenze geografiche d’oltre oceano che definiscono profumi nuovi e originali. Decisivo per la nascita di nuovi aromi è anche il fascino orientale dell’Africa e del medio oriente aree che ispirano atmosfere lontane e suggestioni magiche: chypre o jus orientali esplodono in questo ventennio e contaminano le nobili donne dell’epoca che ne fanno must di ricercatezza, ricchezza e ma soprattutto di stile.

Frangranze retrò: l’Art Dèco ispira le boccette nate nei ruggenti anni ’20

A sorprendere delle fragranze retrò e ad appassionare il mondo del vintage sono soprattutto le particolari boccette che, a secondo della loro provenienza, assumono una forma piuttosto che un’altra, la loro realizzazione è stata condizionata dalle influenze geografiche dell’epoca e dagli eventi che l’hanno caratterizzate. Parigi, Londra, Roma ma anche New York e Los Angeles contaminano con le loro peculiarità storiche la nascita delle varie bottigliette: nascono così flaconi dal sapore Art Dèco e boccette minute e geometriche. Oggi i profumi del passato rieccheggiano nei vari store, sono delle vere chicche ricercate, realizzate in numero limitato d’ispirazione olfattiva che assembla lo spirito degli anni ’20, affascinante e infinita fonte d’ispirazione dei nasi di ieri, ma anche di oggi. I Roaring Twenties si confermano ancora una volta ricchi di stile e glamour, contemporanei in grado d’appassionare gli amanti del passato e di condizionare mode e costumi attuali con un positivo pizzico di nostalgia!

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie