Il mood vintage è sempre più in voga non a caso si conferma un trend di nicchia ricercato ma anche molto popolare, nel mondo della moda poi trova uno spazio particolare celebrato da coloro che ne fanno un vero e proprio must reinterpretando con estrema attenzione i decenni passati: colori, stampe ma anche tagli e fantasie sono caratteristiche tipiche di un periodo rispetto ad un altro e su questo gli addetti ai lavori ma anche gli appassionati del retrò non derogano. A fare da padroni sono soprattutto gli anni ’50 ricchi di dettagli esclusivi del tempo a cui si deve fare riferimento solo con assicurata certezza: pois, tessuti vichy ma soprattutto gonne a ruota e accessori come foulard da collo sono solo alcuni dei capi essenziali d’avere nell’armadio per essere considerate dell’esperte del decennio più cool del secolo scorso. Di seguito noi de L’Officina del Vintage abbiamo selezionato 5 capi tipici degli anni ’50, capi di riferimento e necessari per riprodurre quell’outfit caratteristico del tempo e che richiamano la moda oltre oceano ma anche le contaminazioni acquisite dai trend europei del periodo. Contemporaneità e passato si mescolano per dare vita ad un mood vintage attuale e conforme all’originale, un mix insolito ma anche molto interessante.

I 5 capi vintage mood anni ’50: impossibile non averli!

I colori bon-ton, i gialli e i rosa pastello, i tagli a ruota, le stampe fiorate, cherry, vichy, i tagli delle gonne a ruota sono alcuni degli elementi essenziali che hanno determinato la moda di quell’epoca, un periodo post bellico pronto ad esplodere nella vitalità, nell’entusiasmo ma soprattutto in quel boom economico che ha caratterizzato il decennio successivo.

Abiti con cintura in vita

Le fanatiche degli degli anni ’50 non possono non avere nell’armadio magari in una stampa tipo vichy o pois un vestito con cintura in vita, abiti del periodo che caratterizzavano la classe e l’eleganza delle signore dell’epoca. Scollo a barchetta, cintura bassa in vita e gonna a ruota oltre il ginocchio: un abito da vera star!

Gonne a ruota

Simbolo per eccellenza del decennio post guerra le gonne a ruota furono introdotte da Dior nel 1947 che rivoluzionò i trend dell’epoca portando una novità assoluta nell’abbigliamento femminile. Tinte unite ma anche stampate le gonne a ruota sono il capo che tutti dovremmo avere nell’armadio per rivivere quel periodo ma anche per sentirsi chic e eleganti almeno per un giorno.

Abiti, gonne, top a fiori

La stampa fiorata in voga ancora oggi fu usata negli anni ’50 per rimodernare gli armadi del periodo, può essere considerata contemporanea in quanto viene molto spesso utilizzata dai designer attuali per rinfrescare e colorare le loro collezione richiamando quel mood vintage espressivo e ricco d’entusiasmo.

Stampa a pois

Bianca e nero ma anche colorata la stampa a pois è l’icona degli anni ’50 la possiamo ritrovare sia sui capi d’abbigliamento che sugli accessori ed è stata quella che più ha contraddistinto il periodo. Oggi è ancora in voga, viene considerata un must d’eleganza, ispirazione chic di un look easy ma anche esclusivo. La ricerca del capo a pois originale del periodo può essere difficile ma ne vale la pena.

Make up: rossetto rosso

Impossibile non avere il rossetto rosso tra gli oggetti del make up, negli anni ’50 era un vero e proprio oggetto di culto le brave signorine lo utilizzavano per le uscite galanti e il suo effetto dava al trucco quell’aspetto curato e stilizzato. Insieme al girocollo di perle era l’accessorio indispensabile per completare il look delle giovani donne dei favoloso fifties!

Condividi l'articolo
  • 2
    Shares